Tour 2018 Tramonto DiVino – Ferrara 29 agosto 2018
Vini e Cibi tipici dell’Emilia Romagna in Degustazione
di Antonietta Mazzeo

Più di 700 ingressi e il tutto esaurito dopo solo due ore dall’apertura dell’evento, questi i numeri che testimoniano il successo della 5° tappa del tour 2018 di Tramonto DiVino – Vini e Cibi tipici dell’Emilia Romagna in Degustazione, l’imperdibile appuntamento per tutti gli appassionati dei vini e dei prodotti DOP e IGP dell’Emilia-Romagna, svoltosi a Ferrara, in Piazza Municipio, il 29 agosto 2018.

35 sommelier AIS, affiancati per la prima volta, da stagisti diplomati ma ancora senza l’esame di ‘Tecnica di servizio”, e con la collaborazione dell’Enoteca Regionale di Dozza,  hanno proposto in degustazione oltre 250 etichette provenienti da tutto il territorio Emiliano, completate da una ricca selezione di quello Romagnolo. Vini bianchi rossi e rosati, fermi, frizzanti, spumanti, passiti o da vendemmie tardive,  in rappresentanza dei vitigni autoctoni regionali ma anche dei grandi vitigni internazionali. Ospite d’eccezione il banco d’assaggio dedicati alle “bollicine” del Consorzio del Franciacorta.

Tutti i partecipanti, hanno potuto facilmente orientarsi e selezionare gli assaggi, consultando l’ultima edizione di Emilia Romagna da Bere e da Mangiare (PrimaPagina editore), guida regionale redatta dall’Associazione Italiana Sommelier, consegnata all’ingresso, insieme al calice da degustazione.

Ad accompagnare  le proposte enologiche, un’ampia selezione dei prodotti Dop e Igp dell’Emilia Romagna, a cui si sono aggiunti occasionali “compagni di viaggio” selezionati fra le migliori offerte territoriali, preparati e serviti dagli chef e dagli allievi dell’Istituto alberghiero “Pellegrino Artusi” di Forlimpopoli, e protagonisti dello show cooking della chef Cristina Lunardini: la Piadina Romagnola Igp, la Mortadella di Bologna Igp, la Patata di Bologna Dop, il Prosciutto di Modena Dop, lo Squacquerone di Romagna Dop, i Salumi Piacentini Dop, la Pesca e Nettarina Igp, il Prosciutto di Parma Dop, l’olio EVO di Brisighella Dop, il Parmigiano Reggiano Dop, la Pera dell’Emilia Romagna Igp, l’Aglio di Voghiera e gli Aceti Balsamici Tradizionali di Modena e Reggio Emilia.

Grande anche l’interesse per l’Olio Extravergine di Oliva dell’Emilia Romagna,  protagonista di una sezione dedicata nella guida Emilia Romagna da Bere e da Mangiare. La crescita della coltivazione dell’ulivo e della produzione di di Olio Extravergine di Oliva, in tutta la regione, ha generato la necessità dell’istituzione di un nuovo panel di assaggiatori professionisti, per assegnare il giusto riconoscimento a tutti quei produttori che si impegnano per la valorizzazione del prodotto e del territorio, ottenendo frequentemente prodotti d’eccellenza.

Chiusura in “dolcezza” con la fresca degustazione del gelato a cura del Gelato Museum Carpigiani.

Nell’Anno del Cibo Italiano, Tramonto DiVino si conferma uno degli eventi di riferimento per la comunicazione e la promozione  della cultura del vino e del cibo dell’Emilia-Romagna, punto di incontro tra le eccellenze enogastronomiche del territorio con appassionati, gastronauti e addetti ai lavori, italiani e stranieri.
Particolare interessante, il crescente interesse dei giovani, verso il mondo enologico; una partecipazione appassionata; si informano sulle tecniche di produzione, su come vengono trattati i vigneti, sui tempi e le modalità di vendemmia e vinificazione. Una attrazione in “crescita”, un interesse che potrebbe  generare una crescita di iscritti per i corsi di formazione AIS per il 2019.

Share