“SERVIZIO DI SOMMELIER IN BRIGATA”
Dell’Associazione Italiana Sommelier

 

Il presente regolamento ha come prima finalità la tutela dell’ immagine e del prestigio dell’Associazione Italiana Sommelier.

Si intende per “Servizi di Sommelier in brigata” la prestazione d’opera saltuaria che gli associati AIS effettuano, a seguito di incarico ricevuto dai Responsabili Servizi, presso aziende o enti del settore alberghiero, della ristorazione e vitivinicolo.

SOMMELIER PRESTATORI D’OPERA

Possono prestare servizio solo i sommelier appartenenti alle categorie 5/A1, 5/A2 dello Statuto, in regola con la quota associativa, soci di una cooperativa e coperti da polizza assicurativa.
Le Cooperative Sommelier AIS presenti nel territorio saranno incaricate e responsabili della gestione amministrativa-fiscale dei servizi prestati verso corrispettivo, non essendo consentito tale gestione agli organi periferici dell’ AIS.
I soci interessati a svolgere i servizi dovranno inoltrare domanda al Responsabile dei Servizi. Questi terrà un apposito registro con i nominativi dei Soci disponibili. Inoltre, su indicazione del Presidente Regionale e con l’autorizzazione del Presidente della locale cooperativa, potranno prestare servizio in qualità di “stagiaires”, alle condizioni previste dalle norme di legge, anche i Soci AIS (art. 5/A3 dello Statuto) che non abbiano ancora completato i tre Corsi di Qualificazione, per i servizi prestati da questa categoria di Soci si terrà dovuta considerazione ai fini dell’ esame finale del Corso.

RESPONSABILE DEI SERVIZI

Ogni delegazione nomina il Responsabile dei Servizi (essa non è incompatibile con la carica di Delegato).

  • ricevere ed evadere le richieste dei servizi
  • prendere contatti con il richiedente per accordi sulle modalità dei servizi (luogo, orari, tipo di servizio, ecc.)
  • inoltrare, per la vidimazione, la richiesta di servizio al Presidente della Cooperativa che la dovrà riconsegnare al richiedente il servizio, prima dell’inizio
  • formare la brigata
  • assegnare i ranghi di competenza
  • coordinare il servizio in collaborazione con il responsabile di cucina o della manifestazione
  • redigere il verbale di servizio sul quale saranno indicati: data lista dei Sommelier, tipo di servizio con eventuali riferimenti a menù e lista dei vini.
  • Il verbale dovrà pervenire al Responsabile della contabilità delle Cooperativa entro cinque giorni dalla data del servizio.

DIVISA DI SERVIZIO

Pantaloni o gonna nera, scarpe nere, calze nere, camicia bianca, papillon nero grembiulone nero, spencer nero con scudetto grigio e distintivo di categoria (tastevin oro per sommelier professionisti e tastevin argento per sommelier).

DIVISA DI SERVIZIO PER MANIFESTAZIONI E/O ESTIVA

Pantaloni o gonna nera, scarpe nere, calze nere, camicia bianca, papillon nero, grembiulone nero con scritta dorata e distintivo di categoria.

DIVISA DI RAPPRESENTANZA

Giacca blu scuro con scudetto, pantaloni o gonna
grigi, camicia bianca, cravatta o foulard AIS, scarpe nere (no da ginnastica, sandali; possibilmente classiche nere). La divisa di rappresentanza deve essere indossata dai relatori e degustatori nel corso di tutte le attività didattiche e da tutte le categorie di sommelier nelle manifestazioni ufficiali e nelle visite alle aziende
Presentarsi in ordine.

MANSIONI DEI SOMMELIER IN SERVIZIO

I Sommelier indicati per il servizio dovranno:

  • prima dell’ inizio dello stesso
    Trovarsi sul posto di lavoro un’ ora prima dell’ inizio del servizio
    Mettersi a disposizione del Caposervizio per ricevere le proprie mansioni
    Prendere visione del menù e dei vini in abbinamento
    Verificare la corretta temperatura di servizio dei vini
    Stappare le bottiglie ed assaggiare i vini (dove previsto
    Provvedere alla mise-en place di loro competenza (bicchieri, secchielli, ecc.)
    Usare tassativamente bicchieri di vetro
  • durante il servizio
    mescere i vini secondo le modalità impartite
    mescere le altre bevande alcoliche e le acque minerali,
    provvedere allo sbarazzo e rimpiazzo dei bicchieri, se previsto dal protocollo di servizio,
    tenersi sempre a disposizione dei commensali,
    sbarazzare i bicchieri dai tavoli a fine servizio
    riordinare l’ office o altro locale utilizzato per l’espletamento del servizio.
  • è inoltre fatto divieto per tutta la durata del servizio di
    fumare nei locali di servizio ed in quelli destinati ai clienti
    masticare durante il servizio (i Sommelier mangeranno prima o dopo il servizio secondo le abitudini della casa)
    assentarsi senza il permesso del caposervizio
    intrattenersi con i clienti per ragioni estranee al servizio
    asportare oggetti e vini rimasti a fine servizio senza autorizzazione del Capo servizio o del Capo brigata
    usare il cellulare solo per motivi urgenti e di servizio ed in modo breve.

TECNICHE E REGOLE DI SERVIZIO

Per il servizio prestato presso il proprio posto di lavoro sono normative le indicazioni date dal Manuale del Sommelier (volume1/A collana AIS) Dette indicazioni sono operanti anche nel Servizio di brigata e vengono integrate dal presente regolamento.

MODALITA’ DI INCASSO E PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI

I singoli sommelier dovranno rivolgersi, per il compenso, alla Cooperativa da cui hanno ricevuto l’ incarico (tramite il Responsabile dei servizi).
Il pagamento avverrà previa effettuazione della ritenuta d’ acconto ed eventuale detrazione di un percentuale, da stabilirsi per ogni realtà locale, a titolo di copertura spese.
Le tariffe dei servizi ed il compenso spettante al Sommelier saranno decisi dal Consiglio di Amministrazione della Cooperativa, in armonia con le indicazioni di massima deliberate dalla GEN o dal CN.

INOSSERVANZE AL PRESENTE REGOLAMENTO

Il Responsabile dei Servizi è tenuto a notificare, documentandole, tutte le infrazioni al presente regolamento, al Presidente Regionale
Il Presidente Regionale valuterà di volta in volta i casi da segnalare alla GEN.

 

Share